COSA BISOGNA SAPERE


Per fare richiesta di un finanziamento con cessione del quinto è indispensabile presentare alla società che erogherà il prestito una dichiarazione, rilasciata dal datore di lavoro o dall’ente previdenziale, che attesti l’ammontare dello stipendio o della pensione. Ricevuta la richiesta l’ente erogatore effettuerà una verifica per poi procedere. Se i requisiti risulteranno validi, sarà possibile portare avanti la pratica con la sottoscrizione della copertura assicurativa.

LA DOCUMENTAZIONE

Per avviare un prestito con cessione del quinto è necessario presentare alcuni documenti che verranno consegnati al consulente finanziario che si occuperà interamente della pratica, dalla richiesta all’erogazione del prestito.

Per la cessione del quinto serve una copia del documento di identità fronte-retro e una copia della tessera sanitaria fronte-retro, ben leggibili. Inoltre, è necessario presentare l’ultima busta paga percepita o il cedolino della pensione, una bolletta recente (preferibilmente telefonia o internet) e l’ultimo modello CUD.

DEDICATO A

Dipendenti pubblici, statali e parastatali con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. L’assicurazione contro il rischio vita e perdita del lavoro è inclusa e la rata è trattenuta dal Ministero o dalle Amministrazioni.

DIPENDENTI PUBBLICI

Anna S., 30 anni, Bologna
maestra

Dipendenti di aziende private con contratto di lavoro a tempo indeterminato. L’azienda, Spa, Srl o Cooperativa storica, deve essere di grandi dimensioni (almeno 16 dipendenti). Non sono richiesti giustificativi.

DIPENDENTI PRIVATI

Marco G., 51 anni, Genova
operaio edile

Pensionati INPS ed INPS ex INPDAP a cui è rivolta una speciale Convenzione INPS che garantisce condizioni vantaggiose. La pensione minima richiesta è 505€ e sono escluse le pensioni di invalidità e gli assegni sociali.

PENSIONATI

Giulia M., 68 anni, Assisi
pensionata